Il biologo nutrizionista
Consigli
Nutrizione

Dieta: il Biologo Nutrizionista

Importante figura professionale istituita con la legge 396/67 art. 3 lettera B che attribuisce al Biologo la competenza per la “valutazione dei bisogni nutritivi ed energetici dell’uomo, degli animali e delle piante”. La vita viene conservata grazie all’apporto energetico garantito dalla nutrizione.

La figura del Biologo Nutrizionista è ufficialmente riconosciuta dalla legge italiana. Il biologo nutrizionista può e ne possiede la competenza per la determinazione di diete ottimali individuali in relazione ad accertate condizioni fisiopatologiche; può elaborare diete ottimali per mense aziendali, collettività, gruppi sportivi e diete speciali per particolari condizioni patologiche in ospedali, nosocomi, donne in gravidanza, allattamento e può offrire una preziosa educazione nutrizionale per i bambini.

Biologo Nutrizionista e Cibo

Questa figura professionale è un valido sostegno e un punto di riferimento per tutti coloro che abbiano necessità di correggere le proprie abitudini alimentari, di nutrirsi in modo adeguato in funzione di una condizione di patologia, età o di un particolare stato e di riscoprire il benessere che ci è dato dall’alimentazione.

La parola dieta ha origini greche e significa modo di vivere, riguarda l’alimentazione, l’esercizio fisico, il riposo, le abitudini. Il significato acquisito col passare degli anni è quello di un rimedio temporaneo per perdere i chili di troppo in seguito ad eccessi di cibo. Tutti, ormai sappiamo che le diete temporanee non funzionano, tuttavia la maggior parte delle persone hanno come obiettivo principale quello di perdere velocemente i chili di troppo!

Perché? Proviamo a pensare cosa vuol dire perdere peso. Si può perdere peso in tre modi diversi:

  1. Perdendo acqua
  2. Perdendo massa magra
  3. Perdendo massa grassa

È molto facile perdere la massa magra e l’acqua corporea, risulta invece più difficile e faticoso perdere la massa grassa in quanto richiede tempo, tanto impegno e la giusta motivazione. Il nostro corpo è molto efficiente nello stoccaggio di energia sotto forma di massa grassa. L’uomo è nato in un ambiente in cui prevaleva la carenza di cibo, di conseguenza ha imparato a conservare al meglio le energie. Oggi il mondo è cambiato rispondendo con un eccesso di cibo che ha portato all’insorgenza di obesità e patologie correlate ad essa.

È fondamentale sapere a cosa corrispondono i chili persi in termini di composizione corporea. Se provassimo a pensare perché aumenta la massa grassa riusciremmo a trovare il percorso giusto da intraprendere. La percentuale di grasso corporeo aumenta a causa di un cambiamento di stile di vita e non solamente a causa di un eccesso di calorie giornaliere. Per stile di vita si intende l’alimentazione, quanto ci muoviamo, lo stress, la qualità dell’ambiente che ci circonda, il riposo notturno. Proviamo a pensare come è cambiato il nostro stile di vita in relazione all’aumento del grasso corporeo. Per sapere la percentuale di grasso corporeo e la composizione corporea è utile utilizzare le seguenti metodiche: antropo-plico/metria, bioimpedenziometria, DEXA. Queste metodiche (ad eccezione della DEXA) stimano le percentuali di grasso corporeo, ma sono comunque utili per fissare un punto di partenza e monitorare meglio il percorso nutrizionale nel tempo.

Biologo Nutrizionista Lifestyle

Quando si decide di intraprendere un percorso nutrizionale è indispensabile avere una forte motivazione e un chiaro obiettivo che porta alla promozione della salute, prevenzione e diminuzione del rischio di insorgenza di varie patologie. La perdita di peso deve diventare una conseguenza del nostro percorso nutrizionale intrapreso. Insieme al Biologo Nutrizionista cercate di acquisire un coscienza alimentare, di ritrovare un’omeostasi metabolica e un equilibrato stile di vita.


Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo…