Come organizzare i pasti della settimana

Tempo di lettura: 2 minuti

9 Luglio 2019

Cerca anche nelle categorie:

La mancata organizzazione in cucina può essere la causa principale di uno scorretto stile alimentare. Per questo motivo è importante organizzare i pasti della settimana a partire dalla spesa.

Se ogni volta che abbiamo fame, andassimo al supermercato il rischio di portare a casa più cibo del necessario sarebbe molto alto. Per organizzarci al meglio dobbiamo pensare a cosa ci occorre per fare dei pasti corretti.

Colazione

Serve energia per la giornata, quindi non possono mancare delle fonti di carboidrati come: cereali integrali per la prima colazione, pane o fette biscottate e marmellata o miele e frutta fresca. Per rimanere più sazi consiglio di aggiungere una fonte di proteine come ad esempio latte o yogurt senza zucchero aggiunto oppure delle uova, formaggio fresco o prosciutto se preferite una colazione salata. Se amate la colazione abbondante si può aggiungere anche una piccola porzione di frutta secca, variando tra noci, mandorle, nocciole etc.

Spuntini

Servono per non farci arrivare con troppa fame ai pasti principali. Sicuramente non può mancare la frutta fresca di stagione alla quale a seconda delle esigenze potete aggiungere uno yogurt oppure una barretta o un paninetto.

Pranzo e cena

In una settimana dobbiamo pensare a sette pranzi e sette cene.

Come fonti di carboidrati potete alternare tra: pasta integrale, riso, cereali (farro, orzo etc), pane integrale o patate.

Cercate di rispettare le frequenze settimanali dei secondi piatti alternando fonti proteiche di origine animale (carne, pesce, uova, formaggi) a quelle di origine vegetale (fagioli, ceci, piselli, fave, cicerchie, lenticchie).

Non dimenticatevi della principale fonte di grassi buoni: l’olio extravergine di oliva alla base della nostra dieta mediterranea.

Ad ogni pasto non può mancare la verdura di stagione consumata cotta, cruda e in quantità abbondanti. Se manca la verdura ai pasti è molto facile sbilanciare l’alimentazione verso più carboidrati o proteine. Quì potete trovare l’elenco completo di frutta e verdura estiva.

Menù settimanale

Costruite un menù settimanale dal lunedì alla domenica con 5 pasti: colazione, spuntino metà mattina, pranzo, spuntino metà pomeriggio e cena.

Scegliendo tra i cibi che vi ho proposto provate a riempire il menù variando il più possibile gli alimenti. Una volta deciso cosa volete mangiare fate la lista della spesa. Vi consiglio di usare l’app Bring per segnare tutto!

Vuoi iniziare un percorso nutrizionale?

Possiamo farlo insieme in modo semplice raggiungendo gli obiettivi.

La tua biologa nutrizionista a Taino in provincia di Varese

Questi Articoli sono pensati per te

Nutrition Mindset: come cambiare alimentazione

Se sei qui il tuo cambiamento è già iniziato ma per cambiare alimentazione voglio farti una premessa importante. Prima di iniziare un percorso nutrizionale voglio che tu parta con il giusto atteggiamento! Solitamente dopo essermi presentata e aver accolto la persona in studio sorrido e chiedo “come posso aiutare?” Spesso e volentieri ricevo una risposta […]

Il diario alimentare serve davvero?

Quante volte hai sentito parlare del “diario alimentare”? E’ una lista di tutti i cibi che hai mangiato in un determinato periodo. Ma serve davvero? Vediamo nel dettaglio come funziona! La tua nutrizionista ti avrà chiesto di fare 5 giorni di diario alimentare per tenere traccia di tutti i cibi che mangi nei giorni prima […]

Crea la tua routine mattutina perfetta

Tutti abbiamo creato una routine mattutina ma spesso non lo sappiamo e non le diamo abbastanza importanza. Ogni giorno ti svegli e hai degli automatismi scelti o inconsci che ripeti tutte le mattine. Ottimizzi il tuo tempo o fai solo tutto più in fretta? Creare una routine mattutina perfetta è più facile di quanto pensi. […]

Impara dove sbagli! Il metodo delle Shift Habits

Ogni giorno della nostra vita prendiamo decisioni, compiamo delle azioni che cambiano anche di poco il corso della nostra vita. Quando vengono reiterate nel tempo le chiamiamo abitudini. Non voglio parlarti di cosa è bene e cosa è male perché lo sai benissimo. Devo dirti io che fumare fa male? Però spesso nel corso della […]