5 consigli per affrontare in forma l’estate

Tempo di lettura: 4 minuti

4 Luglio 2019

Cerca anche nelle categorie:

Non affidarti all’appetito, pensa ai nutrienti

Con il caldo capita spesso di non avere fame o voglia di mangiare.

Tuttavia, il nostro corpo ha bisogno di energia per affrontare le lunghe giornate estive.

Per questo motivo è importante non saltare i pasti o fare pasti troppo carenti in nutrienti.

Si possono mangiare piatti freddi, ma attenzione a quello che mettiamo nel piatto!

Le insalatone o gli altri piatti freddi non devono contenere solo verdura ma anche una fonte proteica, una di carboidrati e una di grassi.

Non ha senso togliere il condimento, anzi, l’olio extravergine ha delle ottime proprietà nutrizionali e i grassi buoni sono fondamentali per una sana nutrizione.

Come fonti proteiche si possono alternare carne, pesce, uova, formaggi freschi e legumi.
Le fonti di carboidrati invece, possono essere di accompagnamento come ad esempio il pane integrale oppure possono essere inseriti freddi all’interno dell’insalata (farro, orzo, mais, pasta fredda, riso in insalata etc).

Per farla breve trovi qui tutte le guide per creare il tuo piatto.

Non usare solo cibi pronti, cucina in orari strategici

I cibi pronti contengono conservanti, sale e rimanendo pronti a lungo perdono anche alcune proprietà nutrizionali.

Oltre alla mancanza di tempo, l’altro motivo che in estate spinge le persone a consumare dei cibi pronti è il caldo.
A causa delle alte temperature risulta sempre più fastidioso cucinare davanti ai fornelli.

Vero?

Ti consiglio di metterti ai fornelli nelle ore serali oppure al mattino presto e cucinare per 2-3 pasti consecutivi.

Genialata?

Ad esempio se cucini il farro o il riso o la pasta, triplica le dosi e conservali già cotti in frigo con un filo di olio extravergine.
Di volta in volta si può cambiare il condimento con verdure o fonti proteiche diverse.
Bisogna individuare i cibi che richiedono più tempo davanti ai fornelli e cucinarli prima di consumarli.

Non sostituire il pranzo con un gelato, meglio come spuntino

Non è una sostituzione gusta!

Il gelato non si può paragonare a un pasto, né dal punto di vista dei nutrienti e né dal punto di vista di energia.

Il gelato è buono, è fresco ma, non si mastica, finisce in meno di 5 minuti, non dà sazietà e non è bilanciato nei nutrienti.

Non mi odiare!

Questo non vuol dire che non possiamo mai mangiare un gelato, anzi ogni tanto va benissimo, ma non come sostituzione del pranzo, meglio consumarlo come spuntino.

Non togliere i carboidrati per dimagrire, scegli la quantità adeguata

Le uniche diete con un ridotto apporto di carboidrati utilizzate con lo scopo di dimagrire devono essere controllate da uno specialista in nutrizione.

Non basta togliere il glutine o il pane e la pasta per dimagrire.
Si rischia soltanto di sbilanciare l’alimentazione, di essere a corto di energia e non si raggiungono grandi risultati come perdita di peso.

Bisogna scegliere carboidrati complessi nella loro forma integrale e individuare la quantità corretta da consumare distribuita in maniera bilanciata con gli altri nutrienti nei vari pasti.

Per idratarti bevi acqua

Con l’aumento delle temperature si perdono molti più liquidi con il sudore e aumenta gradualmente il fabbisogno di liquidi in una giornata. Nello stesso periodo aumentano però anche le uscite fuori per fare un pranzo o un aperitivo o una cena.

Ma c’è un’altra cosa che ci aiuta moltissimo a idratarci

La frutta di stagione, la più gusta che ci sia.

Attenzione non esagerare con il consumo alcol (es. birra o il vino fresco), all’inizio sembra dissetare, ma si tratta soltanto di una sensazione momentanea.

L’alcol disidrata per due motivi: il primo è che mentre si ha in mano un bicchiere di birra difficilmente si beve anche l’acqua; il secondo è che aumenta la minzione attraverso l’inibizione della vasopressina, ormone contenuto nell’ipofisi dotato di una funzione antidiuretica.

Altre bevande a cui fare molta attenzione sono il tè freddo e altre bevande zuccherate gassate.
Contengono troppi zuccheri, il rischio è di non sentire bene il sapore dolce quando sono fredde.

Ora che sai come affrontarla si può dire:
Buona estate

Vuoi iniziare un percorso nutrizionale?

Possiamo farlo insieme in modo semplice raggiungendo gli obiettivi.

La tua biologa nutrizionista a Taino in provincia di Varese

Questi Articoli sono pensati per te

Nutrition Mindset: come cambiare alimentazione

Se sei qui il tuo cambiamento è già iniziato ma per cambiare alimentazione voglio farti una premessa importante. Prima di iniziare un percorso nutrizionale voglio che tu parta con il giusto atteggiamento! Solitamente dopo essermi presentata e aver accolto la persona in studio sorrido e chiedo “come posso aiutare?” Spesso e volentieri ricevo una risposta […]

Il diario alimentare serve davvero?

Quante volte hai sentito parlare del “diario alimentare”? E’ una lista di tutti i cibi che hai mangiato in un determinato periodo. Ma serve davvero? Vediamo nel dettaglio come funziona! La tua nutrizionista ti avrà chiesto di fare 5 giorni di diario alimentare per tenere traccia di tutti i cibi che mangi nei giorni prima […]

Crea la tua routine mattutina perfetta

Tutti abbiamo creato una routine mattutina ma spesso non lo sappiamo e non le diamo abbastanza importanza. Ogni giorno ti svegli e hai degli automatismi scelti o inconsci che ripeti tutte le mattine. Ottimizzi il tuo tempo o fai solo tutto più in fretta? Creare una routine mattutina perfetta è più facile di quanto pensi. […]

Impara dove sbagli! Il metodo delle Shift Habits

Ogni giorno della nostra vita prendiamo decisioni, compiamo delle azioni che cambiano anche di poco il corso della nostra vita. Quando vengono reiterate nel tempo le chiamiamo abitudini. Non voglio parlarti di cosa è bene e cosa è male perché lo sai benissimo. Devo dirti io che fumare fa male? Però spesso nel corso della […]